Tab social sx
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube
 
titolo

Notizie del giorno

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità

 
BCC per il sociale
11/10/2018
Forlì, donazione di 6.600 euro a favore dell'Associazione Buonpastore

L’Associazione Soci Dipendenti della Banca di Forlì è un organismo senza fini di lucro, costituito nell’ottobre 2007 per i fini di diffusione della cultura cooperativa e la promozione del credito cooperativo locale, tramite seminari e convegni formativi interni e esterni.
Con la fusione per incorporazione della Banca di Forlì c.c. nel Credito cooperativo ravennate, forlivese e imolese soc. coop., l’ASD Banca di Forlì ha perso il collegamento con la sua banca di riferimento e deciso, di conseguenza, di chiudere la sua esperienza. L’assemblea sociale ha quindi deciso di destinare euro 6.600 del suo patrimonio alla Associazione Buonpastore, perché quest’ultima potesse proseguire nella sua opera di promozione della cultura della cooperazione.
In un mondo in cui la globalizzazione conduce ad una drastica razionalizzazione e concentrazione delle banche e degli organismi, pareva invece fondamentale sviluppare una lotta per la difesa delle reti di solidarietà sociale, a partire da quelle familiari, di vicinato, amicali ed associative in senso lato.
L’Associazione Buonpastore agisce a Forlì tutelando le reti di prossimità, sviluppando azioni per la difesa degli emarginati, degli sfruttati, degli ultimi in senso evangelico. Come sostenuto nel documento “Oeconomicae et pecuniariae quaestiones” della Congregazione per la Dottrina della Fede, “l’intento speculativo, specie in ambito economico-finanziario, rischia oggi di soppiantare tutti gli altri principali intenti che sostanziano l’umana libertà… La qual cosa esige che sia intrapresa anzitutto una riscossa dell’umano, per riaprire gli orizzonti a quell’eccedenza di valori che da sola permette all’uomo di ritrovare se stesso, di costruire società che siano dimore ospitali e inclusive, in cui vi è spazio per i più deboli e in cui la ricchezza viene utilizzata anche a vantaggio di tutti”.
In questa ottica, l’ASD Banca di Forlì è quindi lieta di destinare le proprie risorse all’Associazione Buonpastore, che negli anni saprà lavorare nel territorio forlivese per la difesa dei valori e delle reti sociali presenti, cercando di intervenire a favore dei poveri, dei soggetti deboli, degli immigrati, ecc.
Nel dare attuazione alla delibera di scioglimento, l’ASD Banca di Forlì ribadisce il proprio impegno a favore dalla solidarietà e del bene comune, come una “sentinella della vita buona” che mira alla ricerca del bene comune.

Mobile Info