Tab social sx
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube
 
titolo

Notizie del giorno

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità

 
10/09/2018
Nessun profitto è legittimo se non ha radici nel bene comune

“Nessun profitto è legittimo se non ha radici nel bene comune” è il titolo del convegno che si svolgerà il 1° ottobre 2018 alle ore 20.45 presso la Sala Giovanni Dalle Fabbriche a Faenza in Via Laghi, 81 organizzato dalla Diocesi di Faenza Modigliana, un momento di riflessione sul tema della finanza etica.


Al centro del confronto il documento “Oeconomicae et pecuniarie quaestiones - Considerazioni per un discernimento etico circa alcuni aspetti dell’attuale sistema economico-finanziario”, redatto dalla Congregazione per la Dottrina della Fede e del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale. Presentato lo scorso 17 maggio 2018 promuove una visione di finanza etica, cioè al servizio dell’economia reale e quindi di un armonioso sviluppo umano. I rapporti economici improntati all’etica creano fiducia, equità e cooperazione; se lasciati solo agli automatismi del mercato, essi producono scarti ed esternalità negative.
Il saluto istituzionale sarà portato dal sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi e dal presidente della BCC Secondo Ricci. Intervengono Mons. Adriano Vincenzi, incaricato CEI per Confcooperative, Davide Dal Maso, partner di Avanzi Sostenibilità per Azioni ed Edo Miserocchi, presidente della Fondazione Giovanni Dalle Fabbriche, con introduzione dei lavori di S.E. Mons. Mario Toso, Vescovo di Faenza Modigliana. Il dibattito sarà moderato da Marco Venturelli, segretario generale di Confcooperative.

Mobile Info