Tab social sx
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube
 
titolo

Notizie del giorno

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità

 
04/06/2018
Assicurazioni, con LA BCC tuteli la persona
Assicurati, con LA BCC conviene!
Assicurati, con LA BCC conviene!

Assicuriamo noi stessi! L’offerta assicurativa della Banca, oltre alla protezione del patrimonio familiare, è orientata prioritariamente alla tutela della persona e, con essa, del reddito e degli obiettivi di vita della famiglia. Lo strumento che non manca mai nel paniere di proposte mirate a realizzare questa finalità, è la “Temporanea Caso Morte”, una polizza che, in caso di decesso della persona assicurata, liquida con immediatezza ai beneficiari designati un capitale predefinito. Il cliente sceglie liberamente la durata della copertura, l’importo da corrispondere, i soggetti a favore dei quali effettuare la liquidazione. La copertura sul decesso è di estrema importanza, in particolare per coloro che sono la principale, se non addirittura l’unica, fonte di reddito della famiglia; diventa essenziale poi se la famiglia ha sottoscritto un mutuo o un prestito, perché con la somma liquidata si può estinguere il debito e rimuovere così una possibile fonte di preoccupazione. È un modo inoltre per lasciare un capitale a persone diverse dagli eredi, per esempio al convivente.
In queste situazioni di difficoltà interviene anche lo Stato con strumenti istituiti per fornire un sostegno al reddito familiare, ma non sempre sufficienti. Si tratta della “Pensione di Reversibilità”, che viene pagata nel caso in cui sia deceduto un pensionato, e della “Pensione Indiretta”, che viene liquidata se muore prematuramente un lavoratore. Tale ultima eventualità è quella più a rischio in quanto la pensione spetta unicamente se il deceduto ha maturato 15 anni di contribuzione o, in alternativa, 5 anni di contribuzione di cui almeno 3 nel quinquennio precedente alla data del decesso.
L’importo viene corrisposto ai familiari più stretti secondo percentuali prestabilite, corrisponde a quanto è stato versato dal lavoratore e subisce dei tagli rilevanti se il reddito dei beneficiari supera determinate soglie. Queste indicazioni lasciano intuire come siano i giovani la categoria che più necessita di un sostegno economico privato da sostituire o aggiungere alla pensione pubblica, perché hanno versato ancora pochi contributi all’INPS e lo hanno fatto spesso in modo discontinuo. È questa l’età in cui non abitano più coi genitori, hanno appena costituito una nuova famiglia, sono nati dei bambini e molto probabilmente hanno acceso un finanziamento per l’acquisto della prima casa. Impegnati nel costruire questi importanti progetti, spesso non sono consapevoli dei rischi che corrono e della necessità di proteggere chi amano.
I consulenti della BCC sono a disposizione dei clienti e Soci interessati per approfondire l’argomento e valutare questa ed altre soluzioni su misura delle famiglie, affinché possano affrontare le proprie scelte di vita con maggiore serenità.

Mobile Info